In “Senti” il filo conduttore è il sottile equilibrio  tra  le  diversità. In quest’opera, infatti, i Musicofilia hanno utilizzato diversi linguaggi, sia musicali che di testo, hanno cantato in lingue diverse così come differente è lo spirito dei brani, come fossero passi di un viaggio attraverso il Mediterraneo.