Il valore storico e culturale dell’idioma greco-calabro, la ricerca musicale e la sperimentazione con strumenti mutuati anche da realtà passate e prestati ad una musicalità contemporanea, la volontà di dare voce -sostenendo la locale realtà minoritaria- a tutte le minoranze intese nella più ampia accezione. Questi i tratti del light motive propulsivo del gruppo Musicofilia, un gruppo di ricerca che opera in Calabria e precisamente nella punta estrema dello stivale.
Il gruppo nasce intorno agli anni ’90 ma lavora più intensamente e continuativamente da qualche anno. Questa nuova fase non è stata infruttuosa considerato che in questi ultimi anni si sono concretizzati tanti dei progetti che il gruppo andava perseguendo e che, ancora prima di questa, era intervenuto un  importante riconoscimento prestigioso consistente nel 1° posto ottenuto al premio Nosside ’95 con il brano Acue (Ascolta) poesia in musica. 
L’intensificazione dell’attività del gruppo ha portato all’incisione dei CD “Veni Jornu” del 2005 e “Senti” del 2009, lavori che comprendono brani in lingua italiana e dialettale e brani in greco calabro.
 
È sempre fondamentale per i Musicofilia lo studio e la riscoperta  della  musica  tradizionale attraverso la quale continuano a perpetuare la ricerca del nuovo; così come sempre è rilevante l’accento posto sull’idioma greco di calabria e sulle sonorità dell’area ellenofona.